Salve

Avvelenò i cani del vicino con il ratticida, condannato 67enne di Salve

venerdì 7 marzo 2014

I fatti risalgono al 2012: l’uomo avrebbe ucciso i due pitbull spruzzando veleno sul muso di entrambi.

Spruzzò sui due cani del vicino del ratticida causando ai due animali una morte atroce, per questo motivo, un 67enne di Salve è stato condannato a due mesi e venti giorni di reclusione. Il fatto risale al febbraio 2012: ad accorgersi del cattivo stato di salute degli animali, due dei cinque pitbull posseduti in una campagna di Salve, era stato il proprietario recatosi nel suo podere alla periferia del comune salentino. Il veterinario chiamato d’urgenza per controllare i due animali che respiravano con difficoltà stabilì che erano stati avvelenati con del ratticida.

Il personale della guardia forestale al termine delle indagini individuarono il responsabile, cioè il 67enne che di fronte ai fatti ammise di essere stato lui e di essere disposto a risarcire il proprietario dei cani. Oggi la sentenza di condanna.

(Foto di repertorio)

Altri articoli di "Salve"
Salve
19/04/2019
Questa rubrica nasce con l'intento di aiutare i nostri ...
Salve
19/04/2019
Torna il rituale appuntamento con la Pasquetta nel Salento: ...
Salve
16/04/2019
La grande catena di fast food continua a crescere in Puglia e lancia una campagna di ...
Salve
16/04/2019
Lo staff del nosocomio salentino al lavoro per restituire ...
Il neurologo dell’Ospedale Panico di Tricase, Angelo Zenzola, ci spiega cos’è il TIA, come ...